Dieta dello studente: sì al cioccolato fondente

Dieta dello studente: sì, è tutto vero. Una dieta ‘amica’ dei buoni voti sia a scuola che all’Università. Il merito? Sta in ciò che si decide di mettere nel piatto. Meglio se verdure a foglia verde, legumi, cereali, frutta secca come pistacchi e noci, cioccolato fondente e poi carne rossa ma anche pollame.

DIETA DELLO STUDENTE: IL SUCCESSO PASSA ATTRAVERSO LA TAVOLA

Sveliamo subito il segreto: è il ferro che questi alimenti, insieme ad altri, contengono. Avere un livello normale di questo elemento così importante per l’organismo, insieme a un’attività fisica regolare, regala senza ombra di dubbio migliori prestazioni scolastiche. Lo afferma uno studio della University of Nebraska-Lincoln e della Pennsylvania State University, pubblicato su The Journal of Nutrition. Gli studiosi hanno preso in esame 105 ragazze e donne che frequentavano l’Università, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, esaminando la media dei voti e il livello di attività fisica.

OTTIMI I RISULTATI

È emerso che le studentesse con i più alti livelli di ferro accumulato avevano i voti migliori. Complessivamente, poi, coloro che erano più in forma e avevano adeguate riserve di ferro risultavano avere voti superiori rispetto a chi era meno in forma e con riserve di ferro inferiori. Insomma, come fa sapere l’autore della ricerca Karsten Koehler, una buona forma fisica può essere importante per avere successo tra i banchi a qualsiasi età.

CIOCCOLATO FONDENTE PER TUTTI

Ricordate? Il cioccolato fondente non dovrebbe mai mancare in una dieta equilibrata. Regala un sonno di migliore qualità e aiuta a mantenere il peso raggiunto nelle settimane successive all’interruzione dell’eventuale dieta. Il cioccolato contiene infatti composti bioattivi e antiossidanti che giocano un ruolo fondamentale per il dimagrimento. Qual è il cioccolato che aiuta a dimagrire? Quello nero, extra-fondente e con una percentuale di cacao non inferiore all’80%. Occhi puntati dunque sull’etichetta e nessuno sbaglierà!

Random Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*